Jiggly Boy: il video del super fan da vedere assolutamente

Jiggly Boy: il video del super fan da vedere assolutamente

Dieci anni dopo torna in tribuna. Come?

Bizzarro, sovrappeso, con un sorriso che conquista e una passione immensa: “The Big Ticket”, all’anagrafe Kevin Garnett.

Quando nel 2003 John Sweeney, affettuosamente soprannominato Jiggly Boy (letteralmente “ragazzo danzante”) dai fan dei Minnesota Timberwolves, ha iniziato a ballare sugli spalti del Target Center togliendo la maglietta e mostrando la scritta WOLVES sulla pancia e le iniziali KG sul braccio, non è andata proprio bene. La Security lo aveva immediatamente allontanato dal suo posto a sedere, come se il suo show costituisse un pericolo per il pubblico.

Passa oltre un decennio e Kevin Garnett, dopo la vittoria dell’anello con i Boston Celtics dei “Big Three” e una breve parentesi con i Brooklyn Nets, torna a Minnesota. È il 25 febbraio del 2015, i Timberwolves ospitano gli Washington Wizards e per KG è la partita di bentornato a casa. La Dance Cam, come d’abitudine, inquadra i fan invitandoli a ballare. All’improvviso la folla esplode in un boato, riconoscendo sul maxischermo una figura familiare. Seduto al solito posto, con qualche capello bianco in più, Jiggly Boy, ora in dolce compagnia dei due figli. La telecamera indugia su di lui, ma qualcosa sembra cambiato, per il bis bisognerà forse ripassare un’altra volta.

Dopo un breve round-up sul resto del pubblico, il cronista chiede di ritornare su Sweeney, ancora impassibile sul proprio seggiolino.

Gli applausi e le urla aumentano, parte la base, Yeah di Usher, l’atmosfera si fa travolgente, impossibile non farsi trascinare dal flusso hip-hop. Finalmente si alza, si sposta sulle scale e rimette in scena la sua performance in versione 2.0. Sotto la maglietta la pancia da accanito birraiolo parla chiaro: “Welcome Home KG”. Ma non è l’unico grande ritorno della serata.

Questa volta Garnett non può proprio fare a meno di ringraziarlo a modo suo, il tipico gesto che parte dal cuore mentre sorride più o meno imbarazzato.

Così il commento del 21 nel post-gara: “Dopo aver visto un ragazzo in sovrappeso nudo, che balla col mio nome sulla pancia, penso che si meriti tutta la mia attenzione prima o dopo non importa, ma almeno per qualche minuto”.

Dopo questo gesto, Kevin ha inoltre regalato 1.000 biglietti ai suoi fan per vedere le partite casalinghe successive. Come si può non amare KG?

 

 

  • Blog
    Parigi, quartiere Saint Denis: nascita di un amore intramontabile
  • Blog
    Tipi da PML: amici da campetto