Nord Division, un'analisi "Ai Raggi X"

Nord Division, un'analisi "Ai Raggi X"

Nel sabato in cui la pioggia torna ad avvolgere il cielo milanese, ne approfittiamo per tirare il fiato e rituffarci in una nuova puntata della rubrica "Ai Raggi X", quel filo sottilissimo lungo oltre due settimane che collega The League e The MINALS.

Dopo aver focalizzato la nostra attenzione sulla Est e sulla Ovest Division, le temperature più miti con cui siamo risvegliati ci hanno ricordato il freddo artico e, di conseguenza, la direzione è stata subito più chiara: facciamo rotta verso Nord.
 
La Nord Division, per conformazione territoriale e amministrativa, è un po' il pupillo di Milano, in quanto è punto d'incontro di ben tre municipi (M8, M9 e M2). Logico quindi presuppore che i numeri la incoronino come Regina delle division, e i risultati confermano. 231 i match disputati sui tre playground, con il ruolo di punta di diamante affidato alla stella polare del Parco della Torre (111), guida sicura per Sammartini (52) e Lessona (68).
 
Foto di Corrado Formenti - PhotoMilano

Della Junior Femminile abbiamo già discusso nel primo episodio, quello della Est Division, dal momento che i gironi femminili si sono disputati su due playground. Parco Della Torre è stato comunque decisivo per decretare il primo posto delle Pota Scetch, grazie alla contemporanea sconfitta nell'epilogo delle Mixed Team contro Le Amiche di Maria De Filippi. Sorpasso decisivo ai fini degli incroci? Solo The MINALS potrà sciogliere i dubbi.

Nell'Under 14 Maschile il playground di Sammartini si è rivelato il palcoscenico degli amici di Grugliasco, chiamati al tour de force nella giornata di sabato. Lo 0-4 nei confronti dei rivali di TGS Team consentiva a questi ultimi di inserire il pilota automatico la domenica seguente per condurre in porto la qualificazione alle semifinali di The MINALS.

I due gironi dell'Under 16 hanno invece vissuto due storie decisamente simili, all'insegna dell'equilibrio. Sul playground di via Lessona andava scena una lotta all'ultimo sangue per conquistarsi il primo piazzamento per le finali di division. Proprio sul più bello i Lucida Labrador sono incappati nel più classico degli harakiri, venendo superati dai cremaschi di Vespa BK. Ad approfittare della situazione come falchi ecco gli Sporting, rapaci nel piegare gli Attacco al Ferro e a sfruttare la classifica avulsa favorevole.
 
Foto di Luisa Grassi - PhotoMilano

Qualche chilometro più in là, nel quartiere Bicocca, i Matangoni rischiavano ugualmente il patatrac. La sconfitta a sorpresa contro Charly Basket Team poteva costare caro, ma il doppio scontro a favore sui Mil Wow Kee li metteva al sicuro da ogni pericolo. Sciolte le riserve, i Matangoni andavano a imporsi nella finale di Division, tenendo gli Sporting al magro bottino di 10 punti segnati.

Discorso analogo alla Junior anche per la Senior Femminile, con i palazzi di Quarto Oggiaro sullo sfondo. La domenica di gioco non riservava più grandi emozioni nel girone B, con le Alipavalele e le Drink Team già sicure dell'accesso alle semifinali. Terzo posto che finiva alle Salamelle, con un colpo di reni finale ai danni delle Non hai IDEA.

Chiudiamo come di consueto con la Senior Maschile. All'ombra (misera) della Stazione Centrale i Mellicani davano sfoggio di grande energia mentale, vincendo ogni partita con uno scarto decisamente ridotto. A farne le spese l'estro sudamericano dei Zumo de Naranja, estromessi dal triangolare per un misero punticino.

Sangue latino, almeno nel nome, che sarà comunque presente a The MINALS, con i Los Gigantes, lucidi ad avere la meglio sui Don Mariano nell'epilogo domenicale, prima di appellarsi alla sorte per vincere il triangolare. Spareggi che hanno condannato severamente i B-Lab Bergamo, impeccabili nel gironcino, imperiosi nella gara d'esordio, castigati sul più bello della spavalderia adriatica dei Mellicani.
 
Foto di Cesare Augello - PhotoMilano

Di seguito qualche numero che meglio sintetizza fiumi di noiose parole:

Junior Femminile
- Parco della Torre è stato il playground dove si è segnato di meno (195 punti - 13 di media a partita)
- Parco della Torre è stato il playground dove si è segnato di meno nella singola partita (5 punti nella sfida #Simoèfigo vs No Name, terminata 2-3)
- Parco della Torre è stato il playground che ha registrato la performance offensiva più alta di una singola squadra (18 punti delle Mixed Team)

Under 14 Maschile
- TGS Team una delle due squadre imbattute nella categoria (12 vittorie in 12 partite)
- TGS Team miglior media offensiva della categoria (14,8 punti a partita)
- La Nord Division è l'unica dove tutte le squadre hanno superato quota 100 punti realizzati
- La Nord Division ha registrato la media punti per partita più alta della categoria (21,6)

Under 16 Maschile
- Parco della Torre è stato l'unico playground della categoria dove si sono registrati degli "zeri" (3 volte)
- Parco della Torre è stato il playground dove si è segnato di meno (308 punti - 15,4 a partita)
- Parco della Torre è stato il playground dove si è segnato di meno nella singola partita (5 punti nella sfida Space Jam Cormano vs Charly Basket Team)

Senior Maschile
- Sui tre playground della Nord Division si è segnato poco e occupano il 6° (Lessona), 7° (Sammartini) e 9° posto (Torre) per media punti realizzati a partita
- I Mellicani sono la prima classificata con la media punti più bassa (11,1 punti a partita)
- Los Gigantes e Don Mariano (Lessona) hanno chiuso con lo stesso record (6-1) e con la stessa differenza punti (+50)
- B-Lab Bergamo miglior difesa della categoria (5,6 punti subiti a partita)
- Parco della Torre è stato l'unico playground dove non si è mai arrivati a toccare "quota 21"
 
Appuntamento domani sera con l'ultimo capitolo, quello della Sud Division. Non mancate!
 
  • Società Amiche
    Basket Tortolì, from Sardinia with passion
  • The League
    Sud Division, un'analisi "Ai Raggi X"