"UNDICI PLAYGROUND", Episodio 8 - Germano il saggio

"UNDICI PLAYGROUND", Episodio 8 - Germano il saggio

Quando si incontra un personaggio istrionico e carismatico come Germano Lanzoni si pensa che essendo un califfo dell’improvvisazione, non ci sia un grande sforzo di preparazione dietro.
Ed invece è esattamente il contrario, c’è un lavoro di squadra alle spalle che poi permette di esaltare le sue innate qualità.

La scaletta di The MINALS per esempio è stata curata nei minimi particolari: la conduzione di una giornata così intensa insieme a Lorenzo “Pinci” Pinciroli e Otto Goodz dei DaMove aveva bisogno di precisione e metodo.

I ragazzi dell’organizzazione hanno riempito la lavagnetta magica di Germano: nessuno schema per rendere efficace il pick’n’roll ma tutti i dettagli scanditi dell’evento suddivisi per ore: i nomi dei protagonisti, delle squadre, degli ospiti. Come tutti i grandi, Germano brilla non solo per ironia ma anche per disponibilità e capacità di ascolto.

Si è presentato alle 15, un’ora prima dell’inizio. Piccola riunione per allineare gli ultimi aspetti, senza tralasciare i doverosi ringraziamenti a tutti i partner e ai ragazzi che hanno reso possibile e indimenticabile l’appuntamento del 4 luglio. Con Otto e Pinci si è creata subito un’alchimia speciale: battute, sorrisi ma anche una coesione derivante da modi diversi e complementari di fare spettacolo.

Germano è stato stoico: in più di 8 ore si è fermato a mangiare solo 10 minuti, una trottola inesauribile nel tentativo (riuscitissimo) di coinvolgere tutto e tutti. E poi dopo aver viaggiato ad acqua per ore, quando si è trovato una ricarica di spritz nella borraccia non ha potuto fare a meno di scoppiare in una delle sue iconiche risate. Non è un grandissimo esperto ma il mondo del basket gli è entrato nel cuore. Questa declinazione street lo ha conquistato, ha fatto germogliare una nuova passione. Lo si è capito subito dal suo atteggiamento nei confronti delle persone, prima ancora di vedere la professionalità con cui ha vestito i panni del mattatore assoluto della giornata.

Chi lo ammirava a bordo campo si chiedeva: ma come fa? Non si ferma un attimo, non fa affiorare mai la stanchezza, ha sempre la battuta pronta. E poi il colpo di teatro: dopo l’ultima premiazione, finiti i ringraziamenti, è svanito nel nulla come se fosse un supereroe. Beh, che abbia dei superpoteri siamo convinti che sia un’evidenza sotto gli occhi di tutti...

  • Playground Milano League
    "UNDICI PLAYGROUND", Episodio 7 - Flashback dal sottosopra
  • Playground Milano League
    Restiamo a casa!